Gambling:Diritto di accesso ai dati di una vincita al gioco

02 ottobre 2018

ll   Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda),  con sentenza(ud. 04/07/2018) 06-09-2018, n. 9186, ha riconosicuto che la Sisal spa., società evocata in giudizio, nella qualità di concessionaria del Ministero dell'Economia, per una serie di giochi e per l'attività di raccolta delle scommesse, per la gestione di agenzie di scommesse ippiche e sportive etc. (essendo riservata allo Stato dal D.Lgs. n. 496 del 1948, il cui articolo 1 prevede appunto: "l'organizzazione e l'esercizio di giochi di abilità e concorsi pronostici, per i quali si corrisponde una ricompensa di qualsiasi natura e per la cui partecipazione sia richiesto il pagamento di una posta in danaro, sono riservati allo Stato"), è assoggettata alla normativa introdotta dalla L. n. 241 del 1990.

Pertanto, detta società deve dare riscontro alle richieste di accesso ai documenti e ai dati,   ai sensi della L. n. 241 del 1990.

 

 

Archivio news

 

News dello studio

giu24

24/06/2019

Vendite online, sospesa l’attività di commercializzazione di prodotti non disponibili da parte di due siti

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a seguito dell’avvio di due procedimenti istruttori, ha adottato due distinti provvedimenti cautelari nei confronti delle società

giu24

24/06/2019

Consultazione pubblica concernente l’analisi del mercato rilevante nel settore della radiofonia, ai sensi dell’articolo 43, comma 2, del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177. (fase 2)

L’Autorità avvia una consultazione pubblica della durata di 30 giorni, volta ad acquisire osservazioni ed elementi d’informazione da parte dei soggetti interessati, in merito all’analisi

giu24

24/06/2019

Marketing: no alla raccolta punti "acchiappa consensi"

Per poter partecipare ad un programma di raccolta punti e usufruire così di piccoli vantaggi il cliente non deve essere obbligato ad esprimere il consenso a ricevere pubblicità. Il