Agcom: fatturazione a 28 giorni, agli utenti dovranno essere reintegrati tutti i giorni erosi

16 marzo 2018

In data 15 marzo 2017, Agcom ha adottato un comunicato precisando che nelle delibere assunte (112, 113, 114, 155/18/CONS) e pubblicate sul proprio sito web viene chiaramente indicato che la decorrenza delle fatture emesse dopo il ripristino della cadenza mensile dovrà essere posticipata di un numero di giorni corrispondente a quelli indebitamente erosi a causa del passaggio alla fatturazione a 28 giorni, a partire dal 23 giugno 2017, ovvero dalla data successiva di sottoscrizione del contratto. Non risponde dunque alla decisione adottata dal Consiglio dell’Autorità quanto riportato da alcuni organi di stampa, secondo cui esisterebbe un limite massimo di 15 giorni per il reintegro spettante agli utenti. Restano ovviamente impregiudicati i rimborsi, su cui dovrà pronunciarsi il TAR del Lazio, spettanti a quegli utenti che risulteranno aver cambiato operatore successivamente alla predetta data del 23 giugno 2017.

Archivio news

 

News dello studio

ott15

15/10/2018

Processo di migrazione alla Nuova Catena di Delivery (

In data 10 ottobre 2018, l'Agcom ha comunicato che il processo di migrazione alla Nuova Catena di Delivery (NCD), prevista nell’ambito della messa in opera del nuovo Modello di Equivalence

ott12

12/10/2018

A person who publishes a number of sales advertisements on a website is not automatically a ‘trader’

According to the  Court of Justice of the European Union, judgemnt of 4 October 2018 , in case C-105/17 , a person who publishes a number of sales advertisements on a website is not

ott8

08/10/2018

Free flow of non-personal data

New rules aimed at removing obstacles to the free movement of non-personal data within the EU for companies and public authorities were adopted by MEPs. Parliament approves EU’s fifth freedom    This