Agcom: fatturazione a 28 giorni, agli utenti dovranno essere reintegrati tutti i giorni erosi

16 marzo 2018

In data 15 marzo 2017, Agcom ha adottato un comunicato precisando che nelle delibere assunte (112, 113, 114, 155/18/CONS) e pubblicate sul proprio sito web viene chiaramente indicato che la decorrenza delle fatture emesse dopo il ripristino della cadenza mensile dovrà essere posticipata di un numero di giorni corrispondente a quelli indebitamente erosi a causa del passaggio alla fatturazione a 28 giorni, a partire dal 23 giugno 2017, ovvero dalla data successiva di sottoscrizione del contratto. Non risponde dunque alla decisione adottata dal Consiglio dell’Autorità quanto riportato da alcuni organi di stampa, secondo cui esisterebbe un limite massimo di 15 giorni per il reintegro spettante agli utenti. Restano ovviamente impregiudicati i rimborsi, su cui dovrà pronunciarsi il TAR del Lazio, spettanti a quegli utenti che risulteranno aver cambiato operatore successivamente alla predetta data del 23 giugno 2017.

Archivio news

 

News dello studio

feb13

13/02/2019

Blockchain e Smart Contract

E' stata pubblicata in Gazzetta (G.U.R.I. n. 36 del 12.02.2019), la LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12 recante conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante

feb13

13/02/2019

The General Court annuls EUIPO’s decision refusing registration of the figurative mark ‘Chiara Ferragni’ as an EU trade mark

According to the General Court of EU, Judgment in Case T-647/17, the average consumer perceives a mark as a whole and the mark applied for is a composite mark composed of both word and figurative elements.

feb8

08/02/2019

Sicurezza nelle reti tlc

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 17 del 21 gennaio 2019)  il decreto del Mise, recante Misure di sicurezza ed integrita' delle reti di comunicazione elettronica e notifica