Accesso ai dati

04 febbraio 2019

In relazione alla "copia" dei dati personali oggetto del trattamento, come evidenziato dalla Suprema Corte di Cassazione all'interno dell'Ordinanza del 14 dicembre 2018, n. 32533, l'indirizzo intrapreso dalla disciplina europea, a differenza della previgente disciplina nazionale, è quello di riconoscere la legittimità dell'interessato a ricevere "copia dei documenti contenenti i propri dati personali", nell'ambito dell'esercizio del diritto di accesso (v. art. 15 (4) del GDPR) indipendentemente dal fatto che sia o meno difficoltosa l'estrazione dei dati richiesti, salvo che questo non leda i diritti e le libertà altrui.

Fonte: Leggi d'Italia

 

 

Archivio news

 

News dello studio

apr15

15/04/2019

Copyright reform clears final hurdle

Today, the Council of the European Union gave its green light to the new Copyright Directive which will bring concrete benefits to citizens, the creative sectors, the press, researchers, educators,

apr15

15/04/2019

Content Service Provider: Agcom approved the Code of conduct for premium services

Content Service Provider: the Agcom approved Code of conduct for premium services  On April 12, 2019, the Agcom issued resolution 108/19/cons related to the Code of conduct for premium services

apr12

12/04/2019

EDPB:Guidelines on the processing of personal data in the context of information society services

On April 9th and 10th, the EEA Data Protection Authorities and the European Data Protection Supervisor, assembled in the European Data Protection Board, met for their ninth plenary